Informativa sull'utilizzo dei cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Navigando dichiari di essere consapevole.

Compagnia Teatrale

I Povar Lucc: “sorry, stiamo lavorando per voi!" in preparazione la commedia del 26 dicembre

Pianello Val Tidone, novembre 2011

E’ ormai trascorso quasi un anno e qualcuno penserà che abbiamo tirato i remi in barca!

Niente di più sbagliato! Stiamo lavorando alacremente per Voi. Si, proprio per Voi, per farvi ancor di più divertire, farvi ridere farvi passare una serata nella completa spensieratezza.

Abbiamo anche delle nuove reclute al debutto sul palco e questo ci stimola ancora di più perché è segno che la compagnia stà avendo un ottimo gradimento.

Quest’anno, come ormai da tradizione consolidata, nella serata del 26 Dicembre presso il Salone Parrocchiale, vi presenteremo una commedia nuova, anche per noi, che speriamo possa avere il successo di quelle passate.

Il titolo che vi proponiamo è “L’usell dal malauguri” tratta dalla commedia originale di Guido Bertini “El menagram” adattata in piacentino da Zilieri.

Come di consueto vi diamo un breve sunto della commedia. "La vita del cavaliere Fermo Pelosi, vedovo con una figlia da marito, proprietario di una prospera azienda, viene repentina mente sconvolta quando decide di assumere alle proprie dipendenze, in qualità di contabile della ditta, il ragionier Malgessi, nonostante questi detenga una fama da record come portatore di iella.

Tutta questa fama purtroppo scatenerà una vera e propria bufera di disgrazie che culmineranno addirittura nel ritorno della vecchia suocera “perita” 14 anni prima in un naufragio.

Saranno l'intraprendenza e l'arguzia dell'amico professor Galimberti, cultore della saggezza dell'antico Egitto in fatto di superstizione, a riportare la serenità nella famiglia e nell'azienda del cavaliere e a trasformare l'imprenditore da irriducibile scettico ad apostolo della diffusione della conoscenza della iettatura e delle sue nefaste conseguenze. Vi aspettiamo come sempre numerosi.

“I Povar Lucc”


usell026122011_jpg